Brandi Cordasco Salmena, Giovanni

giovanni.brandi@uniurb.it   g.brandicordasco@libero.it

Allievo di Anna Maria Giomaro con cui si è laureato ad Urbino summa cum laude, è affidatario a Pistoia di Diritto Romano Cristiano (IUS 18) e di altri moduli ancora. Già assistente di Cattedra ed assegnista di ricerca ad Urbino per Istituzioni di Diritto Romano, Diritto Romano e Diritti Greci (IUS 18) ed a Catanzaro per Diritto Romano e Diritto Bizantino (IUS 18), ha tenuto per più anni la Cattedra di Diritto Romano Ellenistico (IUS 18) ad Urbino. Ha pure tenuto seminari di Diritti Greci (IUS 18) e Diritto Bizantino (IUS 18) all’estero  come di recente a Durazzo quale inviting professor.
Volge il suo impegno scientifico alla ricerca del significato storico e sociale del diritto nella sua continua aderenza alla realtà quotidiana ed alla prassi (v. per tutti Il patto di riscatto nel diritto romano in Studi Urbinati) cui associa una basilare attenzione verso il sistema processuale romano, con particolare riferimento alle peculiarità provinciali (v. per tutti Critica ed anacratica di Gv. 18. 31 b. I poteri del Gran Sinedrio ai tempi della Procuratoria romana in Giudea in Studi UrbinatiLa lettura di Sanhedrin 43 a nel Talmud Baulì. Ancora dubbi e riflessioni sul processo contro Gesù di Nazareth, in Vivarium; Le inquietudini del Getsemani, Laterza, 2012) e dell’esecuzione fallimentare classica (La Lex Iulia de bonis cedendis, in Studi sull’Oriente Cristiano). Ed ancora verso il processo muovono le sue riflessioni sulla nossalità romana quale caratteristica tipica delle azioni penali, maturate, summa cum laude, sotto la guida di Giorgio Barone Adesi, nel corso di dottorato sulle obbligazioni tenuto dall’Università degli Studi di Catanzaro “Magna Grecia” e nelle attività del Leopold Wenger Institut Rechtsgeschichte dell’Università degli Studi di Monaco “Ludwig Maximilian” e del Max-Planck Institut für ausländisches und internationales Privatrecht dell’Università degli Studi di Amburgo “Westfälische Wilhelms” (L’actio iniuriarum noxalis. Su alcune peculiarità della condanna nossale nella Collana del Dipartimento di Scienze Giuridiche “Collegio dei Dottori 1506” dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, Aras Edizioni, 2012). Rivolge inoltre un preciso interesse al diritto romano ellenistico soprattutto per ciò che riguarda i moduli diplomatici interstatuali e delle egemonie coloniali (Sibari e Timpone della Motta nel Trattato di Olimpia con i Serdàioi, Prospettive Meridionali, 2012; Le Συμμαχίαι egemoniali come modello di relazione diplomatica, nella Collana della AICC di Castrovillari, Patitucci, 2013; Sybaris e gli Alleati. L’egemonia di Timpone della Motta nel Trattato di Olimpia con i Serdàioi, Prospettive Meridionali, 2013 finalista premio Cumani Quasimodo; L’adulterio nel diritto dell’Attica, Il Saggio Edizioni, 2019; Les Συμμαχίαι comme pratique du droit international dans le monde grec d’Homère à l’époque hellénistique in Studi sull’Oriente Cristiano). Né gli risulta estranea una vivace curiosità per le diverse espressioni del vivere civile nel mondo antico, proiettata dall’incanto del suo microcosmo affettivo: Francavilla Marittima, singolare geografia di affetti e di passioni (Enotri e Greci sul Timpone della Motta tra marginalità ed integrazione. Continuità storica ed evoluzione degli istituti giuridici, in Magna Grecia con l’ausilio del CNR; Fortuna e miserie dei Sanseverino di Bisignano, Magnoli di Firenze, 2006, I, premio Troccoli Magna Grecia). Ha ricevuto la laurea honoris causa dalla Libera Università Ortodossa di Pistoia “San Gregorio Magno”, dall’Instituto “Universitas Ecclesiae” do Brasil, dall’Istituto IASU, dall’Universum Academy Switzerland di Lugano ed altri riconoscimenti ancora.
È redattore e consultore di Studi sull’Oriente Cristiano per il settore disciplinare Diritto Romano e Tardoantico, di Urbs, Magna Grecia nonché a vario titolo di altre riviste scientifiche. È socio dell’ISAMG, dell’AICC, dell’AIST, dell’Institut Hellénistique de Diplomatie Culturelle, della RBS, della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, della Fondazione Internazionale Papa Clemente Albani, di AMA, della Fondazione Paestum, della SISD e di altri enti di ricerca, coordinandone, per taluni, i comitati scientifici; è membro effettivo ed onorario di numerose associazioni culturali.
Giurista comunque presente ai fronti di lotta della gente, esercita la professione forense quale avvocato cassazionista nonché quale giudice arbitro della Camera Arbitrale “Costantino Mortati” di Cosenza, arbitro internazionale e fiduciario della CISAL FPC.
È giudice del Tribunale di seconda istanza presso la Diocesi ortodossa di Pistoia.

Bibliografia

Monografie

Sibari e Timpone della Motta nel Trattato di Olimpia con i Serdàioi, Cassano allo Jonio, Prospettive Meridionali, 2012.

L’actio iniuriarum noxalis. Su alcune peculiarità della condanna nossale (nella Collana del Dipartimento di Scienze Giuridiche “Collegio dei Dottori 1506” dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” X), Fano, Aras Edizioni, 2012.

Le inquietudini del Getsemani. Patologie del potere ed aporie funzionali nei processi romani contro i primi cristiani (nella Collana di Saggistica), Bari, Laterza, 2012 (I edizione).

Sibari e Timpone della Motta nel trattato di Olimpia con i Serdàioi. Le Συμμαχίαι egemoniali come modello di relazione diplomatica (nella Collana della AICC), Castrovillari, Patitucci, 2013.

Sybaris e gli Alleati. L’egemonia di Timpone della Motta nel trattato di Olimpia con i Serdàioi, Cassano allo Jonio, Prospettive Meridionali, 2013.

Alle radici del pensiero. L’adulterio nel diritto dell’Attica. Appunti dalle lezioni (in “Sedes Sapientiæ”, I, Collana della Libera Università Ortodossa di Pistoia “San Gregorio Magno”), Eboli, Il Saggio Editore, 2019.

Il Carmelo di Echt. Le basi concettuali della resistenza spirituale di Edith Stein al totalitarismo nazista nello statuto paradossale della filiazione ebraica, Cosenza, Brenner Editore, 2020.

Articoli

Il patto di riscatto nel diritto romano, in Studi Urbinati 49 (1996 – 97), Urbino, 2001, pp. 115 ss.

Enotri e Greci sul Timpone della Motta tra marginalità ed integrazione. Continuità storica ed evoluzione delle esperienze giuridiche, in Magna Grecia XXXVI (luglio – dicembre 2001), Cosenza, 2001, pp. 19 ss., con l’ausilio del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Fortuna e miserie dei Sanseverino di Bisignano, in Atti del IV Convegno dell’Accademia della Motta, I edizione, Roma, Magnoli di Firenze, 2006, pp. 20 ss.

Critica ed anacritica di Gv. 18.31 b. I poteri del Gran Sinedrio ai tempi della procuratoria romana in Giudea, in Studi Urbinati 58.2 (2007), Urbino, 2007, pp. 227 ss.

De quadam sepoltura. La deposizione di Gesù nel sepolcro tra diritto e privilegio, in Vivarium (Rivista di Scienze Teologiche) n.s. XVIII – 3 (settembre – dicembre 2010), Catanzaro, 2010, pp. 455 ss.

Il senso paradossale di Dio nei doppi pensieri di Don Italo Mancini a diciotto anni dalla morte, in Apollinea XIV – 1 (gennaio -febbraio 2010), 2010, pp. 28 ss.

Gli aspetti romani dell’accusatio patri vel mariti nell’evoluzione storica dell’adulterio. Carini riapre l’amaru casu di la barunissa, in Calabria Letteraria LVIII 10 – 11 – 12 (ottobre – novembre – dicembre 2010), pp. 57 ss.

La lettura di Sanhedrin 43 a nel Talmud Baulì. Ancora dubbi e riflessioni sul processo contro Gesù di Nazareth, in Vivarium (Rivista di Scienze Teologiche) n.s. XX – 3 (settembre – dicembre 2012), pp. 387 ss.

Egemonie sociali e strutture del potere oligarchico nel Medioevo dei Grandi di Siena. La Signoria dei Salimbeni, in Rondini nel pomeriggio. Note e documenti sui Baroni Salmena già Salimbeni di Siena (Raccolta in memoria di Donna Rosa Cordasco Salmena di San Quirico Vincenzi) a cura di P. Basile dell’Università degli Studi di Salerno, I edizione, Cassano allo Jonio, Prospettive Meridionali, 2012, pp. 147 ss.

Fortuna e miserie dei Sanseverino di Bisignano, in Atti del IV Convegno dell’Accademia della Motta, II edizione, Cassano allo Jonio, Prospettive Meridionali, 2012, pp. 25 ss.

L’idea della colpa nell’impostazione originaria del pensiero cristiano. Il nunc dimittis di Padre Réginald Grégoire (Bruxelles 13 luglio 1935 – San Silvestro in Montefano 26 febbraio 2012), in Apollinea XVI – 4 (luglio-agosto 2012), Castrovillari, 2012, pp. 28 ss.

Il lutto dei nobili nell’organizzazione dell’estroversione collettiva, in Rivista Nobiliare dell’Accademia Araldica Nobiliare Italiana, a. VII I – 2 (luglio – dicembre 2013), Firenze, 2013, pp. 18 ss.

La croce di Elena. La madre di Costantino alle radici del pensiero romano cristiano, poche riflessioni occasionate dalla visita alla Mostra di Milano, in Vivarium (Rivista di Scienze Teologiche), n.s. XXI – 3 (settembre – dicembre 2013), Catanzaro, 2013, pp. 375 ss.

La Remissio a Erode Antipa: pericope di un fatto accaduto o inserzione di natura fortemente tematica?, in Vivarium (Rivista di Scienze Teologiche), n.s. XXIII – 3 (settembre – dicembre 2015), Catanzaro, 2015, pp. 361 ss.

Sentinella quanto resta della notte? Debito e Responsabilità nella Teologia di Dietrich Bonhoeffer. Ricordando Italo Mancini, in Vivarium (Rivista di Scienze Teologiche), n.s. XXV – 2 (maggio – agosto 2017), Catanzaro, 2017, pp. 165 ss.

Egemonie sociali e strutture del potere oligarchico nel Medioevo dei Grandi di Siena. La Signoria dei Salimbeni, in Rondini nel pomeriggio. Note e documenti sui Baroni Salmena già Salimbeni di Siena (Raccolta in memoria di Donna Rosa Cordasco Salmena di San Quirico Vincenzi) a cura di P. Basile dell’Università degli Studi di Salerno, II edizione, Lucca, Pacini Fazzi, 2018, 154 ss.

Per una rilettura di D. 47.22.4 (Gai 4 ad legem duodecim tabularum), in  Urbs, 2020.

Le Συμμαχίαι comme pratique du droit in-ternational grec d’Homère à l’époque ellénistique, in Urbs, 2020.

Alle origini della codificazione: scrittura, unificazione e garanzie negli antichi νόμοι magnogreci, in Studi sull’Oriente cristiano, 2020.

La Lex Iulia de bonis cedentis. Per un ipotesi al-ternativa al fallimento romano, in Studi sull’Oriente cristiano, 2020.

Regole di giudizio e garanzie del reo nel processo contro Gesù di Nazareth. Dalle formalità dell’istruzione sinedrile alle libertà retoriche dell’inquisizione romana imperiale, in Studi sull’Oriente cristiano, 2020.

“Tra celeste e terrestre”. La parabola di Edith Stein dalla cattedra di Husserl al sacrificio del Carmelo, in Vivarium, 2020.

Chi di voi è senza peccato getti per primo la pietra (Gv. 7,53-8,11). Ancora sui poteri del Gran Sinedrio di Gerusalemme in materia di crimini capitali, in Vivarium, 2020.

Curatele e prefazioni

Dalla struttura classica del diritto reale  alla progressione plurilaterale del diritto comune. Feudo ed allodio nelle terre dei principi di Bisignano, presentazione di Fortuna e miserie dei Sanseverino di Bisignano,  Atti del IV Convegno dell’Accademia della Motta, II edizione, Cassano allo Jonio, Prospettive Meridionali, 2012, pp. 5 ss.

Deum et animam scire cupio. Nihil amplius? Nihil omnino. L’intelligibilità di Dio nella riflessione scolastica, prefazione al saggio di Bruno Mandalari, Il Fuoco della Ragione. Introduzione alla Filosofia Medioevale, Villapiana, Aljon Editrice, 2018, pp. 22 ss.