D’Amelia, Luigi

luigi.damelia@unive.it; luigidamelia@libero.it

Conseguita la laurea di I livello in Discipline Letterarie (curriculum Lettere) nel 2006 (Università degli Studi di Salerno, 110 cum laude, nuovo ordinamento) con una tesi in Letteratura greca (Relatrice: Prof.ssa Paola Volpe Cacciatore), nel 2009 ottiene la laurea specialistica in Filologia e Letterature dell’Antichità con una tesi in Filologia e Storia bizantina (Università degli Studi di Roma «Tor Vergata», relatore: Prof. Francesco D’Aiuto, 110 cum laude).
Nell’a.a. 2008-2009 frequenta i corsi di I livello di lingua georgiana e di lingua siriaca presso il Pontificio Istituto Orientale di Roma (PIO). Nel 2009 diviene membro del Progetto di Ricerca di Interesse Nazionale (PRIN 2009), finanziato dal Ministero dell’Istruzione, intitolato «Per un corpus di manoscritti innografici bizantini antiquiores» (Coordinatore nazionale: Prof. Francesco D’Aiuto). Dal 2009 al 2013 frequenta il Dottorato di Ricerca in Storia del Cristianesimo e delle Chiese (Coordinatore: Prof. Francesco Scorza Barcellona) presso l’Università degli Studi di Roma «Tor Vergata» e di «Roma Tre» e lavora alla tesi di dottorato sotto la supervisione dei Prof. Francesco D’Aiuto e Andrea Luzzi.
Nel 2013 discute la tesi di dottorato, avendo come esaminatore esterno il Prof. Antonio Rigo (Università «Ca’ Foscari» di Venezia). Nello stesso anno consegue con il massimo dei voti il diploma in Biblioteconomia presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia.
Nel 2014 risulta vincitore di una post-doc Fellowship della Fritz Thyssen Stiftung per l’anno 2014-2015 presso l’Institut für Byzantinistik und Neogräzistik (Direttore: Prof. Michael Grünbart) della Westfälische Wilhelms-Universität di Münster, dove ha lavorato alla ri-edizione, con traduzione italiana e commento, della Laudatio s. Barae (BHG 212), attribuita a Giovanni Mauropode (XI sec.). Nel 2015-2017 è stato titolare di un assegno di ricerca all’interno del progetto di ricerca di alta qualificazione (Futuro in Ricerca) intitolato «I secoli XI e XII prodromi dell’Europa unita e divisa: confronti e scontri tra l’Oriente bizantino e l’Occidente latino» (Università «Ca’ Foscari» di Venezia; PI: Dr. Alessandra Bucossi).
Dal 2017 al 2019 è stato titolare di assegno di ricerca presso l’International Centre for Humanities and Social Change di Ca’ Foscari con un progetto dal titolo “Are Texts Innocent? Nourishing Religious Prejudice in the Middle Ages”. Dal marzo 2020 è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici delll’Università Ca’ Foscari Venezia all’interno del progetto SPIN2 “RAP – Repertorium Auctorum Polemicorum: catalogazione degli scritti polemici greci contro la Chiesa latina (IX-XIII secolo)”, il cui responsabile scientifico è la Prof.ssa Alessandra Bucossi.
Dal 2015 ad oggi è membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini (AISB) ed è inoltre membro della Redazione di AISBnews

Interessi di ricerca

  • l’innografia e la storia delle collezioni innografico-liturgiche (in particolare, dell’Ottoeco) nella tradizione manoscritta bizantina
  • l’agiografia di epoca medio-bizantina
  • controversistica e polemistica di età comnena
  • pregiudizi etnografici, interreligiosi o interconfessionali nella letteratura bizantina

Bibliografia

2020

Nicetae Maroniensis Dialogi sex de processione Spiritus Sancti, ed. A. Bucossi – L. D’Amelia, Turnhout 2020 (Corpus Christianorum, Series Graeca, 92) [in corso di stampa]
L’Horologion di Bessarione e il calendario in forma di canone di Gregorio monaco, in Bessarion’s Books. Studies on Cardinal’s manuscripts in Venice and around Europe, ed. by A. Rigo – N. Zorzi, Turnhout 2019 (Bibliologia) [forthcoming]
The liturgical book of Oktoechos. Function, Forms and Manuscript Tradition, in Byzantine Codices in Liturgical Context. Introduction to Byzantine Liturgical Books, ed. by S. Alexopoulos – S. S. Frøyshov, Turnhout 2020 (Catalogue of Byzantine Manuscripts in their Liturgical Context, Collected Papers, 2) [forthcoming]

2019

Οὐ πρὸς ἔριν: alcune considerazioni sul Prologo ai «Dialoghi sulla processione dello Spirito Santo» di Niceta «di Maronea», in Contra Latinos et Adversus Graecos. The Separation between Rome and Constantinople from Ninth to the Fifteenth Century, ed. by A. Bucossi – A. Calia, Leuven 2019 (Orientalia Lovaniensia Analecta), pp. 217-239.
La tradizione manoscritta del Nuovo Ottoeco di Giuseppe l’Innografo: alcune osservazioni sulla (s)fortuna dei canoni apostolici, in Dialoghi con Bisanzio: spazi di discussione, percorsi di ricerca, Atti dell’VIII Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini (Ravenna, 22-25 settembre 2015), a cura di S. Cosentino – M. E. Pomero – G. Vespignani, Spoleto 2019, I, pp. 325-341.

2018

Giuseppe l’Innografo,Nuovo Ottoeco: gli otto canoni per i ss. apostoli, introduzione, testo critico, traduzione e commento a cura di L. D’Amelia, Roma 2018 (Quaderni di Νέα Ῥώμη, 6; Series maior: Fonti e monumenti, 1), 396 pp.

2017

Su ἐπτώθην, ἔπτωσα (e *πτώσω): l’evoluzione del paradigma di πίπτω tra tarda antichità e riflessione grammaticale di età moderna, in Rivista di studi bizantini e neoellenici 54 (2017) [2018], pp. 27-70.

Pubblicazioni in corso di preparazione:

Giovanni Mauropode, Laudatio s. Barae BHG 212, introduzione, testo critico, traduzione e commento a cura di L. D’Amelia, Münster 2020 (Byzantinische Studien und Texte)