Guiglia, Alessandra

alessandra.guiglia@uniroma1.it; alessandraguiglia2@gmail.com

Alessandra Guiglia, nata a Roma nel 1948, si è laureata nel 1972 in Lettere presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza”, col massimo dei voti e la lode, discutendo una tesi in Storia dell’arte medievale sulla chiesa di San Pietro al Monte a Civate e l’architettura romanica lombarda. Dal 1980 ha svolto la propria attività didattica e scientifica come ricercatore confermato presso l’allora Istituto di Storia dell’Arte della stessa Università, dove, dal 1998, ha insegnato Storia dell’arte bizantina nel ruolo di professore associato (confermato dal 2001). Per gli anni accademici 2000-2001 e 2001-2002 le è stato affidato il corso di Storia dell’arte medievale nella Scuola di Specializzazione di Storia dell’Arte Medievale e Moderna. Dal 2001 ha partecipato alla formazione dei nuovi corsi di laurea attivati con la riforma universitaria e per il triennio 2002-2005 ha ricoperto l’incarico di Presidente dei Corsi di Laurea Triennale e Specialistica di Studi Storico-Artistici; incarico che per il Corso di Laurea Triennale le è stato riconfermato anche per il successivo triennio 2005-2008. Nel 2007 è stata chiamata dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza” a ricoprire il ruolo di professore di I fascia per il settore di Storia dell’arte medievale, poi confermato nel 2010.
Si è inizialmente occupata di architettura e pittura medievale sia dell’Italia settentrionale, sia soprattutto di Roma, anche con studi su aspetti meno noti, come quelli dedicati alle strutture murarie altomedievali o ai pavimenti marmorei dal IV al IX secolo. In seguito le sue ricerche si sono indirizzate in gran parte verso la cultura artistica di Bisanzio e delle regioni orientali dell’impero. Oggetto di indagine diviene così la scultura bizantina di età giustinianea, analizzata sotto il profilo tipologico e stilistico, con i connessi problemi di lavorazione ed esportazione, che si concretizza in primo luogo nel volume sugli arredi marmorei della chiesa romana di San Clemente (San Clemente. La scultura del VI secolo, con F. Guidobaldi, C. Barsanti, Roma 1992) e poi in saggi e contributi dedicati alla scultura architettonica di Costantinopoli, dell’area siro-palestinese, della Grecia, nonché a quella esportata dalle botteghe della capitale in varie regioni d’Italia, come la Liguria, la Lombardia, l’area veneta.
Parallelamente vengono dedicati numerosi studi alla decorazione marmorea pavimentale e parietale dalla tarda antichità al pieno medioevo, sia a Roma e in Occidente, sia nelle regioni dell’impero bizantino; altri temi affrontati spaziano dalla decorazione musiva in Grecia e a Costantinopoli alla pittura medievale lombarda e alla scultura romana dall’altomedioevo al XII secolo.

È socio corrispondente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia; socio corrispondente dell’Istituto Archeologico Germanico; socio fondatore (1990) dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico (AISCOM); socio dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini (AISB) di cui è attualmente Segretario.

Progetti di ricerca
Dal 1995 al 2006 ha diretto un progetto di ricerca dal titolo “La scultura protobizantina a Costantinopoli: produzione ed esportazione” (finanziamento Facoltà di Lettere e Filosofia poi AUGE della Sapienza), finalizzato allo studio della scultura bizantina dal IV al VI-VII secolo. Parallelamente ha avviato un più impegnativo e specifico progetto, autorizzato dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia e finanziato dal MIUR (COFIN 1999, PRIN 2003, PRIN 2006, PRIN 2008) e in parte dal Ministero degli Affari Esteri, dedicato allo studio della scultura architettonica e liturgica della Santa Sofia di Costantinopoli. La prima fase del progetto, che aveva come obiettivo la realizzazione di un corpus delle sculture del VI secolo in opera nell’edificio, si è conclusa nel 2004 con la pubblicazione di un volume edito dal Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana (Santa Sofia di Costantinopoli. L’arredo marmoreo della Grande Chiesa giustinianea, con C. Barsanti e testi di C. Barsanti, M. della Valle, R. Flaminio, A. Guiglia Guidobaldi, A. Paribeni, A. B. Yalçin). Nello stesso anno 2004 è iniziata la seconda fase che ha avuto come oggetto di studio i marmi della collezione lapidaria del Museo di Santa Sofia/Ayasofya Müzesi, pertinenti non solo al monumento ma anche ad altri siti della città di Istanbul. Anche questa fase del progetto si è concretizzata nella pubblicazione di una monografia (The Sculptures of the Ayasofya Müzesi in Istanbul. A Short Guide, Istanbul 2010, con C. Barsanti, R. Flaminio, A. Paribeni, S. Pedone, E. Russo, A. Taddei).
Negli anni più recenti gli interessi di ricerca si sono concentrati sulla scultura protobizantina e altomedievale romana, sulla quale è stato appena pubblicato il volume edito dal Centro italiano di studi sull’alto medioevo (CISAM) di Spoleto dedicato alla III regione ecclesiastica di Roma (con C. Barsanti e R. Flaminio).

Bibliografia selettiva

Il VI secolo: da Simmaco (498-514) a Gregorio Magno (590-604), in La committenza artistica dei papi a Roma nel Medioevo, a cura di M. D’Onofrio, Roma, Viella, 2016, pp. 109-143.

(con F. Guidobaldi) I rivestimenti pavimentali e parietali a Roma fino al IX secolo: le dinamiche delle scelte decorative e della produzione, in L’archeologia della produzione a Roma (secoli V-XV), Atti del Convegno Internazionale di Studi, Roma 27-29 marzo 2014, a cura di A. Molinari, R. Santangeli Valenzani, L. Spera (Collection de l’École française de Rome – 516), Bari, Edipuglia, 2015, pp. 369-393.

(con C. Barsanti) Il ruolo dei marmi bizantini nella produzione scultorea della Sardegna tardoantica e paleocristiana, in Isole e terraferma nel primo cristianesimo. Identità locale ed interscambi culturali, religiosi e produttivi, Atti dell’XI Congresso Nazionale di Archeologia Cristiana, Cagliari-Sant’Antioco, 23-27 settembre 2014, a cura di Rossana Martorelli, Antonio Piras, Pier Giorgio Spanu, Cagliari, PFTS University Press, 2015, pp. 349-368.

(con C. Barsanti, R. Flaminio) La diocesi di Roma. La III regione ecclesiastica, Corpus della scultura altomedievale, VII,7, Spoleto, Fondazione Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, 2015.

Le sculture bizantine di Trebisonda: appunti di viaggio, in Con lo sguardo a Levante. Scritti in onore di Claudia Barsanti, “Rivista dell’Istituto Nazionale d’Archeologia e Storia dell’Arte” (RIASA), 66, III serie, XXXIV, 2011 (2015), pp. 131-150.

Kutsal alandaki mermerlerin rolü: Konstantinopolis’in Ayasofya’sıIl ruolo dei marmi nello spazio sacro: la Santa Sofia di Costantinopoli, “Arkeoloji ve Sanat – Journal of Archaeology & Art”, 148, 2015, pp. 149-160.

(con F. Guidobaldi) I pavimenti marmorei delle chiese di Roma tra IV e VII secolo: aggiornamenti e novità, in Il potere dell’arte nel Medioevo. Studi in onore di Mario D’Onofrio, a cura di M. Gianandrea, F. Gangemi, C. Costantini, Roma, Campisano Editore, 2014, pp. 79-106.

(con C. Barsanti) Alcune riflessioni sulle travi lignee scolpite della Santa Sofia a Costantinopoli e sui restauri dei fratelli Fossati, in L’officina dello sguardo. Scritti in onore di Maria Andaloro, a cura di G. Bordi, I. Carlettini, M.L. Fobelli, M.R. Menna, P. Pogliani, I, I luoghi dell’arte. Immagine , memoria, materia, Roma, Gangemi editore, 2014, pp. 271-284.

Un decennio di ricerche sulle sculture della Santa Sofia di Istanbul: bilancio e prospettive, in Vie per Bisanzio, Atti del VII Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini, Venezia 25-28 novembre 2009, a cura di A. Rigo, A. Babuin, M. Trizio, Bari, Edizioni di pagina, 2013, I, pp. 509-524.

(con R. Flaminio) Una rilettura dell’arredo liturgico altomedievale attraverso i recenti ritrovamenti, in Dal cantiere dei Ss. Quattro Coronati a Roma. Note di storia e restauro per Giovanni Carbonara, a cura di L. Barelli, R. Pugliese, Roma, Viella, 2012, pp. 123-140, 219-222.

(con C. Barsanti) İstanbul Ayasofyası’nın Dekorasyonlarının Az Bilinen Yönleri – Aspetti meno noti della decorazione della Santa Sofia di Costantinopoli, “Arkeoloji ve Sanat – Journal of Archaeology & Art”, 139, 2012, pp. 191-201.

(con C. Barsanti) Il progetto di ricerca sui marmi della Santa Sofia, in La Sapienza bizantina. Un secolo di ricerche sulla civiltà di Bisanzio all’Università di Roma, Atti della Giornata di studi, Roma 10 ottobre 2008, a cura di A. Acconcia Longo, G. Cavallo, A. Guiglia, A. Iacobini (Milion. Studi e ricerche d’arte bizantina, 8), Roma, Campisano, 2012, pp. 55-78.

The Marble Floor Decoration in Constantinople: Prolegomena to a Corpus, in Proceedings of the 11th International Colloquium on Ancient Mosaics, Bursa 16th-20th  October 2009, ed. by M. Şahin, Istanbul 2011, pp. 413-436.

(con F. Guidobaldi) Un contributo alla conoscenza delle botteghe di marmorari nella Roma medievale: i frammenti di archetto marmoreo con iscrizione dall’area della Basilica Emilia nel Foro Romano, in Forme e Storia. Scritti di arte medievale e moderna per Francesco Gandolfo, a cura di W. Angelelli, F. Pomarici, Roma, Artemide, 2011, pp. 269-290.

(con C. Barsanti, R. Flaminio) Saint Sophia Museum Project 2009: The Collection of Byzantine Marble Slabs in the Ayasofya Müzesi, Istanbul, in 28. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Istanbul 24/28-5-2010, Ankara, Kültür ve Turizm Bakanlığı, 2011, 2. Cilt., pp. 361-376.

(con C. Barsanti) The Byzantine Sculptures of the Ayasofya Müzesi in Istanbul: Ten Years of Researches (1999-2009), in Ayasofya MüzesiYıllığı/Annual of Hagia Sophia Museum, n.13 (Ayasofya Müzesi Yayınları: XVI) Istanbul 2010, pp. 135-153.

Le officine dell’imperatore: marmora byzantina, III parte, Il marmo a Costantinopoli dall’età dei Macedoni ai Paleologi in Medioevo: le officine, Atti del Convegno internazionale, Parma  22-27 settembre 2009, a cura di A. C. Quintavalle (I convegni di Parma, 12), Milano 2010, pp. 139-151.

Gli arredi liturgici del VI secolo, in Albenga. Un antico spazio cristiano. Chiesa e monastero di San Calocero al Monte, un complesso archeologico dal I d.C. al XVI secolo, a cura di G. Spadea, Ph. Pergola, S. Roascio, Genova, Soprintendenza Archeologica della Liguria, 2010, pp. 125-134.

Da Costantinopoli a Genova e a Varese: insolito itinerario di una scultura bizantina del VI secolo, in “Alle gentili arti ammaestra”, Studi in onore di Alkistis Proiou (Testi e studi bizantino-neoellenici), a cura di A. Armati, M. Cerasoli, C. Luciani, Roma 2010, pp. 97-124.

(con C. Barsanti, A. Paribeni) Saint Sophia Museum Project 2008: The Byzantine Marble Capitals in the Ayasofya Müzesi, Istanbul, in 27. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Denizli 25/29-5-2009, Ankara 2010, 1. Cilt., pp. 413-432.

(con C. Barsanti) The Sculptures of the Ayasofya Müzesi in Istanbul. A Short Guide, Istanbul 2010.

(con C. Barsanti, S. Pedone) St. Sophia Museum Project 2007: The Marble Sculptures of St. John Studius (Imrahor Camii), in 26. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Ankara 26/30-5-2008, Ankara 2009, 3. Cilt, pp. 311-328.

(con C. Barsanti) Le porte e gli arredi architettonici in bronzo della Santa Sofia di Costantinopoli, in Le porte del Paradiso. Arte e tecnologia bizantina tra Italia e Mediterraneo XI-XII secolo, Atti del Convegno internazionale di studi, Roma, 6-7 dicembre 2006, a cura di A. Iacobini (Milion 7), Roma 2009, pp. 81-123.

Il reimpiego delle mensole altomedievali nel XII secolo: i casi dei SS. Quattro Coronati e di S. Clemente a Roma, in Il reimpiego in architettura. Recupero, trasformazione, uso, Atti del Colloquio internazionale «Chasteaus abatuz est demi refez». Recupero, riciclo e uso del reimpiego in architettura, Roma, 8-10 novembre 2007, a cura di J.-F. Bernard, Ph. Bernardi, D. Esposito (Collection de l’École Française de Rome – 418), Roma 2008, pp. 109-121.

(con C. Barsanti) St. Sophia Museum Project 2006: The Marble Sculptures of the Middle-Byzantine Period, in 25. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Kocaeli 28-5/1-6 2007, Ankara 2008, 2. Cilt, pp. 117-132.

Appunti sulla scultura bizantina in Liguria, in Immagine e Ideologia. Studi in onore di Arturo Carlo Quintavalle, a cura di A. Calzona, R. Campari, M. Mussini, Milano 2007, pp. 33-46.

Chiesa e Palazzo nella città bizantina, in Medioevo: la Chiesa e il Palazzo, Atti del Convegno internazionale di studi, Parma, 20-24 settembre 2005, a cura di A. C. Quintavalle (I convegni di Parma, 8), Milano 2007, pp. 193-205.

I marmi di Giustiniano: sectilia parietali nella Santa Sofia di Costantinopoli, in Medioevo mediterraneo: l’Occidente, Bisanzio e l’Islam, Atti del Convegno internazionale di studi, Parma, 21-25 settembre 2004, a cura di A. C. Quintavalle (I convegni di Parma, 7), Milano 2007, pp. 160-174.

La decorazione musiva della prima età macedone: questioni aperte, in Bisanzio nell’età dei Macedoni. Forme della produzione letteraria e artistica, Atti dell’VIII Giornata di Studi Bizantini, Milano 15-16 marzo 2005, a cura di F. Conca, G. Fiaccadori (Quaderni di Acme, 87), Milano 2007, pp. 119-149.

(con C. Barsanti, A. Paribeni, A. B. Yalçin) Aya Sofya  Müzesi Projesi, 2005: Beyazıt Bölgesi Mermer Buluntuları, in 24. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Çanakkale 29-5/2-6 2006, Ankara 2007, 2. Cilt, pp. 311-324.

Il “cantaro”, in La fontana del chiostro dei Ss. Quattro Coronati a Roma. Storia e restauri, a cura di L. Barelli, Roma 2006, pp. 79-94.

(con C. Barsanti, M. della Valle, R. Flaminio, A. Paribeni, A. B. Yalçin) Aya Sofya Müzesi Bizans Plastik Eserler Koleksiyonu, in “23. Araştırma Sonuçları Toplantısı, Antalya 2005”, Ankara 2006, 1. Cilt, pp. 319-330.

(con P. Pensabene) Il recupero dell’antico in età carolingia: la decorazione scultorea absidale delle chiese di Roma, “Rendiconti della Pontificia Accademia Romana di Archeologia”, LXXVIII, 2005-2006, Tipografia Poliglotta Vaticana 2006, pp. 3-74.

I frammenti della decorazione pittorica “riscoperti” nella cripta di San Pietro al Monte a Civate: un puzzle di difficile soluzione, in Età romanica. Metropoli, Contado, Ordini Monastici nell’attuale Provincia di Lecco (XI-XII secolo), Atti del Convegno, Varenna – Villa Monastero 6-7 giugno 2003, a cura di C. Bertelli, Milano 2006, pp. 111-123.

Ancora sui capitelli della medrese di Davud Paşa a Istanbul, in Mélanges Jean-Pierre Sodini (=Travaux et Mémoires 15), Paris 2005, pp. 187-196.

La perduta decorazione del monastero della Theotokos Peribleptos a Costantinopoli e un ritratto di Papa Clemente nel codice Vat. Lat. 5407 della Biblioteca Apostolica Vaticana, in Studi in memoria di Patrizia Angiolini Martinelli, a cura di S. Pasi, Bologna 2005, pp. 169-189.

(con C. Barsanti) Santa Sofia di Costantinopoli. L’arredo marmoreo della Grande Chiesa giustinianea (Studi di Antichità Cristiana pubblicati dal Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, LX), Città del Vaticano 2004.

La decorazione marmorea dell’edificio di Santa Maria Antiqua fra tarda antichità e alto medioevo, in Santa Maria Antiqua al Foro Romano cento anni dopo, Atti del colloquio internazionale, Roma 5-6 maggio 2000, a cura di J. Osborne, J. R. Brandt, G. Morganti, Roma 2004, pp. 48-65.

Frammenti da una inedita decorazione pittorica di San Pietro al Monte a  Civate, in  Medioevo: arte lombarda, Atti del Convegno internazionale di studi, Parma 26-29 settembre 2001, a cura di A. C. Quintavalle (I convegni di Parma, 4), Milano 2004, pp. 128-136.

Una ricerca coordinata sull’arredo marmoreo di età giustinianea della Santa Sofia di Costantinopoli, in Atti del VI Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini, Catania-Messina 2-5 ottobre 2000, a cura di T. Creazzo, G. Strano (=Syculorum Gymnasium, N. S. LVII), Catania 2004, pp. 397-428.

Testimonianze paleocristiane e altomedievali a Civate, in Atti del VII Congresso Nazionale di Archeologia Cristiana, Cassino 20-24 settembre 1993, a cura di E. Russo, Cassino 2003, pp. 75-86.

La scultura di arredo liturgico nelle chiese di Roma: il momento bizantino, in “Ecclesiae Urbis, Atti del Congresso Internazionale di Studi sulle Chiese di Roma (IV-X secolo), Roma 4-10 settembre 2000” (Studi di Antichità Cristiana pubblicati a cura del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana LIX),  a cura di F. Guidobaldi, A. Guiglia Guidobaldi, Città del Vaticano 2002, III, pp. 1479-1524.

Vergine orante e Vergine in preghiera: l’immagine e il suo nome, in Deomene. L’immagine dell’orante fra Oriente e Occidente, catalogo della mostra, Ravenna 25 marzo – 24 giugno 2001, a cura di A. Donati, G. Gentili, Milano 2001, pp. 33-39.

Pavimenti marmorei a Roma e suburbio nei secoli IV-VII, in Materiali e tecniche dell’edilizia paleocristiana a Roma,  a cura di M. Cecchelli (Materiali della cultura artistica. Collana diretta e curata dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, 4), Roma 2001, pp. 191-202.

Gli arredi liturgici: botteghe e produzioni, in Christiana loca. Lo spazio cristiano nella Roma del primo millennio, I, a cura di L. Pani Ermini, Roma 2000, pp. 265-273.

Gli Angeli e la Trinità, in Le Ali di Dio. Messaggeri e Guerrieri Alati tra Oriente e Occidente,  Catalogo della mostra, Bari 6 maggio – 31 agosto 2000, Caen 29 settembre – 31 dicembre 2000, a cura di M. Bussagli, M. D’Onofrio, Milano 2000, pp. 83-86.

Scultura bizantina in Lombardia : i capitelli di Leggiuno, in Arte d’Occidente. Temi e metodi. Studi in onore di  Angiola Maria Romanini, Roma 1999, 1, pp. 287-298.

La decorazione pavimentale in età paleologa, in L’arte di Bisanzio e l’Italia al tempo dei  Paleologi 1261-1453, a cura di A. Iacobini, M. della Valle (Milion, 5), Roma 1999, pp. 321-358.

I mosaici aniconici della Santa Sofia di Costantinopoli nell’età di Giustiniano, in “Actes du  VIIème Colloque International de la Mosaïque Antique, Tunis 3-7 octobre 1994”, Tunis 1999, 2, pp. 691-702.

Altri materiali scultorei in funzione architettonica e liturgica, in J.-P. Sodini, C. Barsanti, A. Guiglia Guidobaldi, La sculpture architecturale en marbre au VIe siècle à Constantinople et dans les régions sous influence constantinopolitaine, in “Acta XIII Congressus Internationalis Archaeologiae Cristianae, Split – Poreć 1994” (Studi di Antichità Cristiana pubblicati a cura del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, LIV), Città del Vaticano – Split 1998, II, pp. 301-376, in part. pp. 337-357.

Spolia classiche e scultura altomedievale nella chiesa dei SS. Primo e Feliciano a Leggiuno, in Domum Tuam Dilexi, Miscellanea in onore di Aldo Nestori, a cura di F. Guidobaldi (Studi di Antichità Cristiana pubblicati a cura del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, LIII), Città del Vaticano 1998, pp. 451-486.

(con C. Barsanti) Premessa ad un catalogo della scultura della Santa Sofia di Costantinopoli, in Bisanzio e l’Occidente: arte, archeologia, storia. Studi in onore di Fernanda de’ Maffei, a cura di C. Barsanti, M. della Valle, A. Guiglia Guidobaldi, A. Iacobini, C. Pantanella, A. Paribeni, Roma 1996, pp. 79-104.

Reimpiego di marmi bizantini a Torcello, in Arte profana e arte sacra a Bisanzio, a cura di A. Iacobini, E. Zanini (Milion, 3), Roma 1995, pp. 603-632.

L’opus sectile pavimentale in area bizantina, in  “Atti del 1° Colloquio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico, Ravenna 29 aprile-3 maggio1993”, a cura di R. Farioli Campanati, Ravenna 1994, pp. 643-663.

(con F.Guidobaldi, C.Barsanti), San Clemente. La scultura del VI secolo (San Clemente Miscellany, IV,2), Roma 1992.