Zorzi, Niccolò

niccolo.zorzi@unipd.it

Ha conseguito la Laurea in Lettere presso l’Università di Padova nel 1994, con una tesi in Filologia Bizantina; ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Filologia Classica nel 1998. Dal 1999 è Ricercatore di Filologia Bizantina, dal 2016 professore associato presso l’Università di Padova. Si occupa di filologia e letteratura bizantina in lingua dotta, in particolare della produzione storiografica e retorica; di paleografia, codicologia, storia e circolazione del libro manoscritto; della diffusione degli studi greci in Occidente nell’Umanesimo e nel Rinascimento (traduzioni, insegnamento, manoscritti). Ha tenuto e tiene presso l’Università di Padova corsi di Filologia Bizantina, Storia Bizantina, Paleografia Greca. Dal 2008 è membro dell’Editorial Board (Wissenschaftlicher Beirat) della rivista «Byzantinische Zeitschrift»; dal 2015 è membro del Comitato Scientifico della collana «Venetia/Venezia. Quaderni adriatici di storia e archeologia lagunare».

Progetti di ricerca
Storiografia e retorica nell’età comnena
Studi greci nell’Italia del Rinascimento
Paleografia e filologia delle iscrizioni bizantine
La collezione Nani o “Museo Naniano” (sec. XVIII) tra manoscritti e antiquaria
Manoscritti e biblioteche tra l’età paleologa e l’Umanesimo italiano
Relazioni tra Bisanzio e Venezia

Bibliografia

Il codice “strozziano” della Biblioteca di Fozio, in L. Canfora, Il Fozio ritrovato. Juan de Mariana e André Schott, con l’inedita Epitome della Biblioteca di Fozio ed una raccolta di documenti, a cura di G. Solaro, appendici di R. Roncali, N. Zorzi, M. Losacco, L. Canfora (Paradosis, 4), Bari 2001, pp. 363-374.

I Crisolora: personaggi e libri, in Manuele Crisolòra e il ritorno del greco in occidente, Atti del Convegno Internazionale (Napoli, 26-29 giugno 1997), a cura di R. Malsano, A. Rollo, Napoli 2002, pp. 87-131.

La croce gemmata recuperata da Giovanni II Comneno a Shayzar (1138), in Bollettino della Badia Greca di Grottaferrata n.s. LV (2001) [ma 2002], pp. 63-98.

Tre note veneziane nel commento all’Anthologia Planudea, in I Greci a Venezia, Atti del Convegno Internazionale di Studio (Venezia 5-7 novembre 1998), a cura di M. F. Tiepolo, E. Tonetti, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti 2002, pp. 467-472.

Lettori bizantini della “Bibliotheca” di Fozio: marginalia del Marc. gr. 450,  in Siculorum Gymnasium n.s. LVII (2004) [= Atti del VI Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini (Catania-Messina, 2-5 ottobre 2000)], pp. 829-844.

Un ‘visto’ di Francesco da Lucca nel Marc. gr. VII 5 (Tucidide) copiato da Palla Strozzi, in Studi medievali e umanistici II (2004), pp. 337-341.

Niceta Coniata fonte dell’Enrico, ovvero Bisanzio acquistato (1635) di Lucrezia Marinella, in Incontri triestini di filologia classica, IV (2004-2005), a cura di L. Cristante, Trieste 2006 (Polymnia. Studi di Filologia Classica, 6), pp. 415-428.

Per la storiografia sulla quarta crociata: il De bello Constantinopolitano di Paolo Ramusio e la Constantinopolis Belgica di Pierre d’Outreman, in Quarta crociata. Venezia – Bisanzio – Impero Latino, a cura di G. Ortalli, G. Ravegnani, Peter Schreiner, Venezia 2007, II, pp. 683-746.

Il grecista Chirico Strozzi (1504-65). Notize sulla biografia, le lettere, gli scritti, in In partibus Clius. Scritti in onore di Giovanni Pugliese Carratelli, a cura di G. Fiaccadori, con la collaborazione di A. Gatti e S. Marotta, Napoli (2006) [ma 2007], pp. 355-459.

Le iscrizioni greche di San Marco, in Quaderni della Procuratoria II (2007), pp. 50-58.

L’epigrafe bizantina dalla “Trulla” della cattedrale di Bari, in Nea Rhome IV (2007), pp. 37-61.

Un feltrino nel circolo di Ermolao Barbaro: il notaio Tommaso Zanetelli, alias Didymus Zenoteles, copista di codici greci (c. 1450-1514), in Bellunesi e Feltrini tra Umanesimo e Rinascimento: Filologia, erudizione e biblioteche, Atti del Convegno (Belluno, 4 aprile 2003), Padova 2008 (Medioevo e Umanesimo, 113), pp. 43-106.

Tomos, in Christian-Muslim Relations. A Bibliographical History, III (1050-1200), a cura di D. Thomas, A. Mallett et alii, Leiden-Boston 2011 (The History of Christian-Muslim Relations), pp. 759-763.

From the apparatus fontium to the miscellaneous manuscript: authors, quotations, books and libraries (12th century), in Proceedings of the 22nd International Congress of Byzantine Studies. Abstracts of Round Tables – Communications, Sofia 22-27 August 2011, II, Sofia 2011, p. 17.

Collections of Antiquities and ‘Byzantine’ Epigraphy: a Case Study from 18th Century Venice (the Museo Nani), Proceedings of the 22nd International Congress of Byzantine Studies. Abstracts of Round Tables – Communications, Sofia 22-27 August 2011, II, Sofia 2011, p. 58.

Greek Inscriptions from the Citadel of Shayzar/Larissa and their Historical Context, in Shayzar I. The Fortification of the Citadel, a cura di C. Tonghini, N. Montevecchi, Leiden & al. 2011 (History of Warfare, 71), pp. 41-59.

Nicetas Choniates, in Christian-Muslim Relations. A Bibliographical History, IV (1200-1350), ed. by D. Thomas and A. Mallett et al., Leiden-Boston 2012 (The History of Christian-Muslim Relations, 17), pp. 132-144.

La Storia di Niceta Coniata, Libri I-VIII: Giovanni II e Manuele I Comneno. Materiali per un commento, Venezia 2012 (Istituto ellenico di studi bizantini e postbizantini. Biblioteca, 31).

L’iscrizione trilingue di Tommaso Rangoni sulla facciata della chiesa di San Zulian a Venezia (1554), in Quaderni per la storia dell’università di Padova 45 (2012), pp. 107-137.

Islam e Cristianesimo durante il regno di Manuele Comneno: la disputa sul «Dio di Maometto» nell’opera di Niceta Coniata, in Vie per Bisanzio. VII Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini, Venezia, 25-28 novembre 2009, a cura di A. Rigo, A. Babuin e M. Trizio, Bari 2013, pp. 275-310.

Da Venezia a Bisanzio, da Bisanzio a Venezia, in Ateneo Veneto. Rivista di scienze, lettere ed arti, CCI, terza serie 13/i (2014) (= In ricordo di Ennio Concina. Atti della giornata di studi, Ateneo Veneto, 15 maggio 2014, a cura di D. Calabi ed E. Molteni), pp. 83-94.

Per la tradizione manoscritta dell’inedito commento all’Etica nicomachea di Giorgio Pachimere: il Marc. gr. 212 di Bessarione e i suoi apografi – Ermolao Barbaro e il commento di Pachimere (con una proekdosis del cap. 18), in Nea Rhome, 12, (2015 [ma 2016]), pp. 245-304 (e tav. 1-8).

Der Empfang byzantinischer Kaiser in Venedig in palaiologischer Zeit (Johannes V., Manuel II., Johannes VIII.): Nachlese aus venezianischen und byzantinischen Quellen, in R. Schmitz-Esser, K. Görich, J. Johrendt  (Hg.),Venedig als Bühne. Organisation, Inszenierung und Wahrnehmung europäischer Herrscherbesuche, Regensburg, Schnell & Steiner, 2017 (Studi. Schriftenreihe des Deutschen Studienzentrums in Venedig – Centro tedesco di studi veneziani, N.F. XVI), pp. 163-184.

L’inedita traduzione latina della Apocalisse di Andrea Salòs attribuita all’umanista Ubertino Posculo. Con cenni alla sua biografia e ai manoscritti greci da lui posseduti, in Bizantinistica. Rivista di studi bizantini e slavi, ser. II, XVIII (2017 [ma 2018]), pp. 307-350.

Hesiod in the Byzantine and Early Renaissance Periods, in TheOxford Handbook of Hesiod, ed. Alexander C. Loney and Stephen Scully, Oxford 2018, pp. 413-430.

Il viaggio dei manoscritti: codici greci dalle Isole Ionie a Venezia nella collezione di Giacomo e Bernardo Nani (secolo XVIII), in Lezioni marciane 2015-2016. Venezia prima di Venezia dalle ‘regine’ dell’Adriatico alla Serenissima, a cura di M. Bassani, M. Molin e F. Veronese, Roma 2018 (Venetia/Venezia. Quaderni adriatici di storia e archeologia lagunare, 5), pp. 99-108.

Per l’interpretazione dei tondi: il contributo delle fonti letterarie, in I tondi di Venezia e Dumbarton Oaks. Arte e ideologia imperiale tra Bisanzio e Venezia /The Tondi in Venice and Dumbarton Oaks. Art and Imperial Ideology between Byzantium and Venice, a cura di/edited by N. Zorzi, A. Berger, A. Lazzarini, Venezia, Centro Tedesco di Studi Veneziani, Roma 2019 (Venetiana, 21), pp. 51-72.

Introduzione, in I tondi di Venezia e Dumbarton Oaks. Arte e ideologia imperiale tra Bisanzio e Venezia /The Tondi in Venice and Dumbarton Oaks. Art and Imperial Ideology between Byzantium and Venice, a cura di/edited by N. Zorzi, A. Berger, A. Lazzarini, Venezia, Centro Tedesco di Studi Veneziani, Roma 2019 (Venetiana, 21), pp. 15-21.

Una copista, due copisti, nessuna copista? Teodora Raulena e i due codici attribuiti alla sua mano, in Medioevo greco 19 (2019), pp. 259-282 e tavv. I-IV.

(con A. Rollo), Premessa, in Il greco bizantino di registro alto: studi linguistici e filologici High-register Byzantine Greek: Linguistic and Philological Studies, in AION. Annali dell’Università degli Studi di Napoli ‘L’Orientale’. Sezione di filologia e letteratura classica. Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo 41/1 (2019), pp. 141-143.

(con A. Rollo, a cura di), Il greco bizantino di registro alto: studi linguistici e filologici High-register Byzantine Greek: Linguistic and Philological Studies [Atti di due tavole rotonde tenutesi al XXIII Congresso Intern. di Studi Bizantini, Belgrado, 22-27 agosto 2016], in AION. Annali dell’Università degli Studi di Napoli ‘L’Orientale’. Sezione di filologia e letteratura classica. Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo 41/1 (2019), pp. 139-284.

Da Creta a Venezia passando per le Isole Ionie: Un lotto di codici di «Santa Caterina dei Sinaiti». Per per la storia del fondo di manoscritti greci della famiglia Nani ora alla Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia, in A. Binggeli, M. Cassin, M. Detoraki (édd.), Bibliothèques grecques dans l’Empire ottoman, Brepols, Turnhout, 2020 (Bibliologia, 54), pp. 311-338 e Pl. 1-6.

 In corso di stampa

Nicetas Choniates, Chronikè diegesis: The controversy of the God holosphyros, in Christian-Muslim Relations, A Reader (600-1500), ed. J. Pahlitzsch, Leiden, Brill.

(con S. Pugliese), Il Tetraevangelo di Padova, Biblioteca Universitaria, 695, tra Costantinopoli e Creta, in Miscellanea mons. Paul Canart, a cura di L. Pieralli e M. D’Agostino, Città del Vaticano.

The Citadel and Its Fortification in the Written Sources: Byzantine sources (6th-11th centuries), in From Edessa to Urfa: the fortification of the citadel, ed. by C. Tonghini, Boston-Leiden, Brill.

Storia antica e storia bizantina nei manoscritti della biblioteca di Bessarione, in Bessarion’s Books. Studies on the Cardinal’s manuscripts in Venice and around Europe, a cura di A. Rigo e N. Zorzi, Turnhout, Brepols (Bibliologia).

Bessarion’s Books. Studies on the Cardinal’s manuscripts in Venice and around Europe, a cura di A. Rigo e N. Zorzi, Turnhout, Brepols (Bibliologia).